Divieti in gravidanza e i 10 falsi miti da sfatare.

divieti in gravidanza alcool Elinoe11

Divieti in gravidanza: Perché è importante rispettarli e quali sono.

E’ difficile lo so, ma se ci pensate un attimo, cosa vuoi che siano  9 mesi di astinenza in una vita intera?

Provare a rispettarli, facendo un piccolo sacrificio,  porterà non solo benessere a voi future mamme, ma sopratutto aiuterà il vostro bambino a crescere meglio.

Fate attenzione quindi a non cadere vittime di alcuni falsi Miti e ai rimedi naturali o “della nonna“, che in gravidanza potrebbero rivelarsi inadeguati.

divieti in gravidanza alcool Elinoe11

Ecco quindi di seguito i 10 Divieti in gravidanza:

  1. Fumo in gravidanza. 

    Può sembrare banale, ma mi è capitato di vedere donne con il pancione che stessero fumando. Pensando che magari, una sigaretta ogni tanto non fosse poi così tanto dannosa. Assolutamente No, va evitato nel modo più assoluto. E’ uno dei primi divieti. E questo perché il fumo, rallenta il flusso di sangue che arriva la piccolo, causando un sacco di possibili complicanze. (Es.maggiore probabilità di partorire un bambino di basso peso alla nascita, maggiore probabilità di parto prima dei 9 mesi).

  2. Tintura per capelli con ammoniaca.  

    I falsi miti narrano che una donna in stato interessante non possa tingersi i capelli. In realtà, oggi, esistono tinture senza ammoniaca che sono sicure per  le mamme in gravidanza. E’ quindi possibile tingere i capelli, avendo l’accortezza dei prodotti utilizzati, ed evitando il contatto con il cuoio capelluto.

  3. Farmaci comuni.  

    Sarà anche il vostro medico a dirvelo, che la maggior parte dei farmaci abituali, quali l’aspirina, sono vietati. Infatti l’acido acetilsalicilico provoca effetti negativi sul feto. I farmaci non steroidei, se assunti di frequente possono portare alla chiusura del dotto che conduce sangue al bambino, attraverso la madre. Il paracetamolo, invece, ha effetti meno “problematici” per la salute del piccolo. Le radiografie per i controlli odontoiatrici non sono dannose per il sol fatto che contengono una quantità bassa di raggi x che non nuocciono alla salute del feto. Gli interventi, come otturazioni o devitalizzazioni o anestesia locale, si possono effettuare se non sono rimandabili dopo il parto.

  4. Divieto in Gravidanza di Consumare Alcool. 

    C’è un falso mito della nonna, che dice che, bere un bicchiere di vino rosso in gravidanza o una birretta in allattamento, porta addirittura benefici. In realtà, questo non è stato provato, ma anzi, resta il fatto che l’alcool in gravidanza andrebbe evitato del tutto. Se poi proprio non si riesce a farne a meno, almeno limitarlo ad un bicchiere ogni tanto. (vietati assolutamente i superalcolici).

  5. Indossare abiti troppo stretti.

    Non solo è scomodo per la futura mamma, che si sentirà impacciata e non a proprio agio, ma una pressione costante esercitata sulla pancia non va bene neanche al bimbo. Già la circolazione è uno di quei fattori problematici in gravidanza, cerchiamo almeno di non ostacolarla, e di agevolarla con abiti morbidi e dalle linee ampie.

  6. Affaticarsi con sport estremi e pericolosi. 

    Io, negli ultimi mesi, ho rinunciato anche alla bicicletta. Non che sia uno sport estremo, ma in gravidanza, mi è stato sconsigliato. Evitare quindi quelli che comportano un elevato rischio di caduta o che implicano contatti corpo a corpo che potrebbero provocare traumi all’addome. Da evitare anche gli sport che prevedono corse o salti, che possono aumentare la contrattilità uterina. Oltre al nuoto e alle passeggiate, tutti gli altri sport, sono da rimandare a dopo il parto. Così come sarebbero da evitare le faccende domestiche troppo stancanti. Evitare di salire su scale e gradini per pulire i vetri, o cercare di pulire laddove non si arriva con facilità. Negli ultimi mesi di gravidanza, deleghiamo questo compito ai mariti o a qualche colf. E anche per i lavori più semplici, quali stirare, cucinare, o fare la spesa, cercate di non appesantirvi troppo e di rimandare al giorno dopo, quando è possibile.

  7. Depilazione Fai da te.

    Non è un vero e proprio divieto in gravidanza, ma è più che altro un dato di fatto. Sfido chiunque a depilarsi l’inguine da sola durante l’ultimo mese di gravidanza. In realtà io, con il pancione,  ho fatto fatica anche dall’estetista, perché ogni posizione mi era scomoda. Ma in ogni caso, farsi aiutare è sicuramente più comodo del Fai da te.

  8. Volare in aereo. 

    Ogni compagnia aerea ha le sue regole. Ma in linea di massima è vietato viaggiare in aereo dall’ 8 mese (32 settimana). La maggior parte delle compagnie, si astiene ad assumersi le responsabilità di trasportare una donna in gravidanza dopo tale data. Se proprio, la salute lo permette, in casi estremi è concesso,  per le tratte brevi, viaggiare fino alla 36° con un certificato medico, assumendosene i rischi.

  9. Cintura di sicurezza in macchina. 

    Questo non è un divieto, ma un obbligo. E’ da sfatare il falso mito che le donne in gravidanza non debbano indossare la cintura di sicurezza. Rimane sempre un obbligo di legge indossarle fino alla fine. E nonostante il fastidio, è comunque una sicurezza maggiore e una prevenzione in caso di incidenti.

  10. Tacchi alti.

    Per fortuna non è mia abitudine indossarli neanche normalmente. Ma per chi proprio non ne può fare a meno, sarebbe meglio evitare i tacchi alti e preferire il mezzo tacco. (3/4 Cm). E’ consigliato preferire quindi scarpe comode per una migliore postura,  per evitare gonfiore ai piedi, slogature, e problemi di circolazione.

 

La Gravidanza, è il momento più bello e più intenso nella vita di una donna. Ma è anche un periodo delicato da vivere con coscienza. Perché, come abbiamo visto,  non tutto quello che può sembrare normale si può fare nei nove mesi di attesa. Per questo è importante attenersi ai consigli e ai divieti in gravidanza.

divieti in gravidanza alcool e fumo Elinoe11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: