Bonus Mamma Domani, l’incentivo per tutte le mamme.

bonus mamma domani Elinoe11

Bonus Mamma Domani, l’aiuto alle future mamme, approvato ma non ancora attivo.

Alla notizia che finalmente c’è un aiuto alle famiglie senza distinzione di reddito, ne vincoli ISEE, mi sono subito informata.

L’ agevolazione che il Governo ha voluto concedere con la Manovra di Bilancio 2017, prevede infatti, un bonus di 800,00 euro (una Tantum) per le future mamme. Previsto come premio alla nascita.

Cos’è il Bonus Mamma Domani e come si può richiedere?

Il Bonus Mamma Domani, nasce da una nuova manovra di legge di bilancio 2017, destinata ad aiutare le future mamme a sostenere le spese del bimbo in arrivo.

L’assegno di 800,00 euro, ha quindi l’obiettivo di contribuire a quelle spese mediche o di preparazione al nascituro. E far si che le Famiglie possano ricevere un aiuto concreto da parte dello Stato.

Il bonus Mamma Domani detto anche “Premio gravidanza” di 800 euro, dovrà essere erogato direttamente dall’ #Inps, in unica soluzione e a tutte le future madri.

Dalle istruzioni, sembrava facile. Basta andare sul sito www.inps.it – Servizi on line.  Inserire il proprio codice PIN  Dispositivo e inviare la richiesta, possibile già dal 7° mese di gravidanza.

Ma a quanto pare, sul sito non è ancora attiva nessuna domanda telematica per quanto riguarda il Bonus Mamma Domani. Per questo motivo, ho chiamato il numero verde 803.164 (da rete fissa) o 06.164.164 (da cellulari) e mi hanno appunto comunicato di riprovare tra 1 mese.

bonus mamma domani Elinoe11

Be’ come sempre questa è l’Italia, vero caro Renzi?  E chi non può usufruire del Bonus Bebè ?  ( validi solo per ISEE inferiore ai 25.000 euro).  Per il momento non riceverà nessuna agevolazione. Al massimo, se non ci sono sorprese, come lavoratrice autonoma,  potrò fare richiesta al Bonus Nido o Voucher Baby Sitter.

Entro gli 11 mesi successivi al rientro dopo la maternità obbligatoria, al posto del congedo parentale, le neo-mamme lavoratrici possono utilizzare il voucher baby sitter o asili nido.

Che cosa sono e in cosa consistono?

I Voucher Baby Sitter, sono assegni utilizzati  per pagare le spese di una baby sitter o di un asilo nido pari a 600 euro al mese per sei mesi (3.600 euro totali).  Che non sarebbero male, se arrivassero davvero.

Il contributo per la retta dell’asilo dovrà essere erogato direttamente dalla struttura.

Il servizio baby sitter, invece, viene erogato attraverso il sistema dei buoni lavoro che saranno ritirati dalle lavoratrici presso la sede provinciale INPS.  (entro e non oltre 120 giorni dalla ricezione della comunicazione di accoglimento della domanda). La madre potrà ritirare i voucher in un’unica soluzione oppure scegliere di ritirarli a cadenza mensile.

Ma questo è un altro capitolo e ne riparleremo quando sarà ora che vada all’asilo. Per il momento aspettiamo che nasca la piccola Eva e speriamo che la situazione “burocrazia” migliori.

Almeno hanno ammesso che ci sono ritardi. E più che un premio mi sembra una corsa ad ostacoli. Comunque, dopo lo scontro tra Inps e Governo sulle responsabilità, hanno garantito che nessuno perderà il #BonusMammaDomani.

Stiamo a vedere alla fine di maggio. Care mammine, non ci resta che attendere e sperare che presto il Bonus Mamma Domani sia finalmente attivo.

bonus mamma domani elinoe11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: