Un figlio non è mai un ostacolo.

un figlio gioia e carriera Elinoe11

Un figlio non può essere un ostacolo, se pensi questo meglio non averne.

Mi è capitato più volte, di sentire mamme lamentarsi del fatto che non potevano fare carriera perché avevano figli piccoli.

Mamme che decidono di mettere al mondo figli e poi sono frustrate, arrabbiate, stanche, del fatto che non hanno aiuti e sono costrette a rinunciare ai propri sogni. Spesso, fanno la scelta di lasciare il proprio lavoro perché per loro un figlio è un ostacolo alla carriera e non riescono a conciliare l’uno e l’altro.

Certamente la società di oggi non aiuta. Perché,  se da una parte le donne si sono emancipate e hanno gli stessi diritti degli uomini, dall’altra abbiamo ancora un po’ troppo pregiudizi.

Facciamo di tutto per non farci mancare niente. I nostri mariti sono spesso assenti e noi ci carichiamo di tutte le responsabilità. Poi, quando qualcosa non va come vorremmo, ci sentiamo inutili o non all’altezza.

un figlio gioia e carriera Elinoe11

Mamme, un figlio non è un ostacolo. Siamo noi che non sappiamo come valorizzarci.

Siamo noi, che pur di accontentare i nostri uomini, ci facciamo in quattro per cercare di non far mancare niente ai nostri figli. Mentre invece basterebbe renderli partecipi, affinché anche i papà svolgano realmente il loro ruolo. Questo vuol dire ad esempio  coinvolgerli nelle mansioni della casa, un tempo destinate solo alle donne.

Questo è solo un esempio di quello che può permettere a noi mamme di fare carriera nonostante i figli. I figli non devono essere per alcun motivo la causa del nostro insuccesso. O la scusa che ci impedisce di realizzare i nostri obiettivi.

Ovviamente se decidete di avere un figlio è perché lo desiderate davvero.

Un figlio o più, sono sempre stati uno dei miei principali obiettivi.

Fin da ragazzina sognavo che un giorno avrei avuto anch’io la mia famiglia del mulino bianco. Poi crescendo, mi sono accorta che quella stessa famiglia non esisteva. Ma che con un po’ di impegno reciproco, ci si poteva andare molto vicino.

Quello a cui non ho mai rinunciato, anche dopo la nascita dei miei figli, è  stata la continua ricerca di una mia posizione economica.

Non ho mai voluto dipendere da nessuno e ho sempre fatto di tutto per rendermi utile. Solo io so i lavori che ho provato prima di decidere quello che faceva per me. Dalla ballerina in discoteca alla modella, dai corsi di pasticceria alla barista, dalla cameriera alla segretaria, dalla blogger all’imprenditrice.

Ognuno di questi pero’ mi ha insegnato qualcosa. Non mi sono mai vergognata di svolgere un lavoro piuttosto che un altro. Mi sono sempre data da fare, e ogni volta, mi sono data un’opportunità per imparare qualcosa di nuovo. Per confrontarmi con persone diverse da me, che ne sapevano di più, senza mai tirarmi indietro.

E anche quando sono rimasta incinta della mia prima figlia, a 25 anni, non ho mai pensato di lasciare il mio lavoro. Anzi, sapevo che ci sarebbero stati dei cambiamenti, ma ero pronta a rinascere con lei.

un figlio gioia e carriera Elinoe11

Si perché a me,ogni gravidanza ha portato abbondanza, successo e gioia immensa.

Non posso neanche descrivere l’emozione che ho provato, ricordo solo non riuscivo a contenerla nell’istante in cui ho abbracciato per la prima volta i miei figli. Loro mi hanno dato la forza, prepotente e incontrollabile,  di diventare la Donna che volevo essere.

Nella mia vita sono rinata 3 volte. Ogni volta dopo una maratona la cui posta in palio è la vita, ho vinto tutto. E hai vinto anche Tu, perché davanti a te hai la dimostrazione che lo straordinario e l’inspiegabile esiste davvero.

La piscina morbida di palline colorate è di Meowbaby.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: