L’alimentazione Vegana nei bambini.

alimentazione vegana per bambini elinoe11

Alimentazione Vegana nei bambini, cosa bisogna sapere.

Ultimamente è diventata quasi una moda,non si parla d’altro, la cucina e i corsi vegani attirano sempre di più l’attenzione di chi improvvisamente decide di rivedere la propria alimentazione, a beneficio della salute. 

Media, telegiornali, riviste, rete e  social, molteplici  i modi per catturare informazioni riguardo ad un’equilibrata dieta Vegana e vegetariana, infinite possibilità di sfiziosi menu’, ma quando si tratta di modificare e soddisfare tutte le esigenze del bambino nelle sue varie fasi di crescita, il fai da te non è consigliabile.

bambini cavolo alimentazione vegan elinoe11

Devo ammettere che nell’ultimo anno, come vi ho mostrato anche in questo POST  dei miei buonissimi estratti di frutta e verdura, la curiosità mi ha indotto a conoscere e sperimentare questa nuova abitudine alimentare,  nel quale mi sto documentando chiedendo anche pareri ad esperti dell’alimentazione e facendo pratica durante  corsi dimostrativi  di cucina Vegana. 

Il bambino che si alimenta in modo corretto e che vive in un ambiente emotivamente equilibrato, non si ammala, cresce bene, comunica con gioia attraverso il gioco. Nel caso in cui questo non si verifichi occorre capire che cosa non funziona: il cibo, l’ambiente, la relazione affettiva.

dieta vegana nei bambini elinoe11

La prima raccomandazione ai genitori che decidono di crescere i propri figli vegetariani o vegani è quella di rivolgersi ad un pediatra esperto in nutrizione vegetariana-vegana. Già con lo svezzamento è possibile abituare il neonato a questa alimentazione, vediamone i vantaggi:

– il bebè vegetariano cresce con un rapporto tra peso e lunghezza che lo protegge dal sovrappeso nelle età successive, mentre gli onnivori hanno un peso superiore o al massimo uguale alla lunghezza.

-bebè vegetariano si ammala raramente perché ha difese immunitarie superiori al divezzato con carne e pesce, questo grazie alla composizione ottimale della popolazione intestinale, in particolare del batterio bifido che svolge funzioni di filtro sulla parete intestinale e stimola la produzione del 75% degli anticorpi anti-tumorali e cellulari da parte dell’intestino.

-il piccolo vegetariano o vegano è più sereno perché assume alimenti alcalini e non acidi, inoltre ha minori disturbi intestinali, perché nei primi 18-24 mesi assume meno fibra del divezzato onnivoro.

bambini vegan pro e contro e linoe11

Le carenze che possono verificarsi nell’alimentazione vegana nei bambini e che bisogna prevenire:

– la vitamina B12,che non è presente negli alimenti vegetali, per cui va integrata dando al bambino 3 gocce al giorno. A questo proposito bisogna dire che anche gli onnivori che assumono alimenti animali da allevamenti intensivi, possono essere carenti di vitamina B12, perché gli antibiotici, somministrati attraverso i mangimi, distruggono i batteri che sintetizzano la vitamina B12 nell’intestino dell’animale. La vitamina B12, svolge funzioni molto importanti nella regolazione del metabolismo di carboidrati, proteine e grassi, inoltre promuove la sintesi di serotonina, mediatore chimico della serenità. La sua carenza determina nel lattante ritardi anche gravi di crescita e sviluppo psicomotorio.

-la vitamina D: ne bastano 0,4-0,6 ml al giorno, tutto l’anno. E’ considerata oggi un pre-ormone perché svolge una funzione di assorbimento del calcio e la sua conseguente fissazione nell’osso. Inoltre è un regolatore di funzioni cellulari: da quelle antinfiammatorie a quelle immunitarie.Negli alimenti è presente nel succo d’arancio, nel pane integrale e negli ortaggi a foglia verde, inoltre viene sintetizzata nei tessuti sottocutanei in presenza di luce solare.

-Omega 3 è sufficiente, nei primi due anni di vita, un cucchiaino da tè di olio di semi di lino spremuto e conservato in frigorifero, oppure 3 cucchiaini di semi di lino macinati, o 30 g di gherigli di noci al giorno. La quantità sale fino a raddoppiare nell’adolescenza.

Dopo i 12 mesi possono essere introdotti questi elementi: il tempeh (soia fermentata), gli agrumi, le fragole, i kiwi, la frutta essiccata, le mele, i fichi, le verdure solanacee (ossia pomodori, melanzane, peperoni), i funghi e il gomasio. Bisogna invece aspettare i 3 anni per il seitan, le arachidi e qualsiasi altro alimento causa di allergie.

vegpyramid junior libro elinoe11

Dopo l’anno si trovano esempi di menu’ per organizzare i pasti del proprio bambino nel libro “VegPyramid Junior”, ediz. Sonda, curato dal prof. Pinelli.

I miei bimbi non sono ancora ne vegetariani, ne vegani, ma l’ipotesi non esclude che lo possano diventare. Voi cosa ne pensate?

alimentazione vegana bambini elinoe11

Diet and Food Vegan and Vegetarian in children, you should know.

Lately it has become almost a fad, not talking about the other, the kitchen and vegans courses attract more and more attention of those who suddenly decides to revise its power, for the benefit of health.

Media, television news, magazines, and social network, multiple ways to capture information about a balanced diet vegan and vegetarian, endless possibilities of delicious menu ‘, but when dealing with change and meet all the needs of the child in its various phases growth, DIY is not advisable.

I must admit that in the last year, as I’ve shown in this POST of my delicious extracts of fruits and vegetables, curiosity led me to know and experience this new food habit, in whom I am also documenting asking opinions of experts ‘power and practicing during demo courses cooking vegan.

The baby feeding properly and who lives in an emotionally balanced, do not get sick, grow well, communicates with joy through the game. In the event that this does not happen we need to understand what does not work: the food, the environment, the emotional relationship.

The first recommendation to parents who choose to raise their children vegetarian or vegan is to consult a pediatrician expert in nutrition vegetarian-vegan. Already with weaning the baby can get used to this power, let’s see the advantages:

The baby grows vegetarian with a relationship between weight and length which protects it from overweight in later life, while omnivores have a weight greater than or equal to the length.

bebè vegetarian rarely gets sick because he has immunity exceeding weaned with meat and fish, thanks to the optimal composition of intestinal population, especially the bifidus bacteria to act as a filter on the intestinal wall and stimulates the production of 75% of the tumor antibodies and cell phones from the intestine.

-the little vegetarian or vegan is more peaceful because it assumes alkaline foods and non acids, also has minor intestinal disorders, because in the first 18-24 months takes less fiber weaned omnivorous.

The deficiencies that may occur feeding vegan-vegetarian children and that we must avoid:

Vitamin B12, which is not present in plant foods, so it should be integrated giving the child 3 drops per day. In this regard, it must be said that even omnivores taking food from animal farming, may be deficient in vitamin B12, because antibiotics, administered through feed, destroy bacteria that synthesize vitamin B12 in the intestine of the animal. Vitamin B12 plays very important functions in regulating the metabolism of carbohydrates, proteins and fats, also promotes the synthesis of serotonin, a chemical mediator of serenity. Its deficiency causes severe delays in infant growth and psychomotor development.

the vitamin D: are enough 0.4-0.6 ml per day, all year. And ‘now considered a pre-hormone because it performs a function of calcium absorption and its subsequent fixation in the bone. It is also a regulator of cellular functions: those inflammatory immunitarie.Negli to those foods is virtually nonexistent, why is synthesized under the skin in the presence of sunlight.

Omega 3 is sufficient, in the first two years of life, a teaspoon of flaxseed oil squeezed and stored in the refrigerator, or 3 teaspoons of ground flaxseed, or 30 g of walnuts per day. The amount goes up to double in adolescence.

After 12 months can be introduced these elements: tempeh (fermented soybeans), citrus fruits, strawberries, kiwi, dried fruit, apples, figs, nightshade vegetables (ie tomatoes, eggplant, peppers), mushrooms and gomasio. Instead must wait 3 years for seitan, peanuts and other foods due to allergies.

After the year are examples of menu ‘to organize meals for their child in the book “VegPyramid Junior”, ed. Probe, edited by prof. Pinelli.

My children are not yet in vegetarians, vegans do, but does not exclude the hypothesis that it can become. What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: