Valencia con i bambini: cosa vedere in 4 giorni.

Valencia con i bambini cosa vedere Elinoe11

Passate neanche 24h dal nostro ritorno a casa, mi ritrovo a guardare le foto sognando di essere ancora la.

Quando ho iniziato a programmare il mio viaggio (da sola con 2 bambini di 7 e 9 anni) la prima cosa che ho cercato, è stata la sicurezza. Poi, la possibilità di unire il divertimento alla cultura.

Conoscendo i miei figli, cercavo una città a misura di bambino, che potesse in qualche modo entusiasmare non solo loro ma anche me. Che fosse comoda da girare a piedi, non tanto distante da raggiungere in aereo e con un’ alimentazione il più possibile simile alla nostra.

La risposta che unisce tutti i miei quesiti, in unica parola è : Valencia.

Valencia con i bambini, la città ideale per le famiglie.

Con un clima mite tutto l’anno, Valencia è la terza città importante della Spagna dopo Madrid e Barcellona. La primavera è la stagione ottimale per visitarla, con una temperatura media attorno ai 20°. Noi abbiamo beccato 4 splendide giornate di sole, che ci hanno permesso di visitarla tranquillamente a piedi o in bicicletta.

La metropolitana è una validissima alternativa ai taxi e ai pullman. Consiglio la “Valencia Tourist Card” da acquistare online prima della partenza o anche direttamente in aereoporto. (noi l’abbiamo acquistata all’aereoporto di Bologna). Abbiamo scelto la card 72h che ci ha permesso oltre a girare illimitatamente tutto il periodo della nostra permanenza a Valencia, anche di usufruire di sconti e agevolazioni per ristoranti, shopping e ingresso ai musei.

Valencia, conosciuta anche come “Città delle arti e delle scienze” , comprende strutture futuristiche fra cui un planetario, un oceanario e un fantastico museo interattivo. Inoltre, sono presenti numerose spiagge, alcune delle quali si trovano all’interno del parco di Albufera, una riserva di paludi con un lago e sentieri escursionistici che sorgono poco lontano dalla città.

La cosa bella di Valencia, è che, grazie alla sua pista ciclabile che attraversa tutta la città, è possibile girarla tranquillamente in bicicletta, godendosi il meraviglioso panorama e facendo qualche piacevole sosta nelle innumerevoli aree verdi e fiorite.

Valencia con i bambini: cosa visitare in 4 giorni.

Avendo pochi giorni a disposizione, ho dovuto preparare un itinerario prima della partenza, scegliendo i posti che mi sembravano più adatti alla mia vacanza con i bambini. E devo dire che ne è valsa la pena, anche se mi sarei fermata volentieri un paio di giorni in più.

  1. Museo interattivo della scienza.
  2. Emisfero
  3. Oceanografico
  4. Museo Fallero
  5. Parco di Gulliver (giardini del Turia)
  6. Spiaggia (Les Arenas e Malvarrosa) 
  7. Cattedrale ( con i 3 portali di accesso)
  8. Giardino botanico

Queste sono le tappe che abbiamo percorso nei 4 giorni a Valencia. Mi sarebbe piaciuto visitare pero’ anche: il bioparco, il museo della seta e il mercato centrale, che per mancanza di tempo, non siamo riusciti.

Valencia con i bambini: dove alloggiare.

Premetto, che non sono una mamma apprensiva e che quando viaggia si adatta a qualsiasi situazione. Sono abituata a viaggiare con o senza bambini, e a seconda del caso a scegliermi delle vacanze su misura, valutando il tempo a disposizione e il budget.

Il volo l’ho acquistato online su Ryanair circa 2 mesi prima della partenza e l’alloggio direttamente su booking.com.

Le 3 cose principali che valuto quando scelgo un hotel sono:

  • Rapporto qualità prezzo
  • Posizione
  • Buone recensioni

Il nostro appartamento, “Flatsforyou Las Arcadias” è davvero confortevole e situato in posizione strategica a pochi passi dalla fermata della Metro. Lo consiglio al pari di un hotel per la pulizia, la fornitura di biancheria e asciugamani e le dimensioni degli spazi. Dotato anche di angolo cottura è comodo per chi ha i bimbi piccoli e preferisce prepararsi i pasti in autonomia. Noi siamo sempre usciti anche per la colazione, perché con le super panetterie che ci sono, abbiamo preferito assaggiare le specialità locali e i piatti tipici.

Da non perdere la tradizionale “Paella alla Valenciana” (con pollo, verdure e lumache), anche se io preferisco di gran lunga la Paella de Marisco (con i frutti di mare).

Non vi ho ancora convinto a prenotare il vostro prossimo viaggio a Valencia? Io ci ho lasciato un pezzo di cuore e se in futuro dovessi scegliere una città europea dove trasferirmi, Valencia potrebbe essere sicuramente una di queste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: